Mar

Menu di navigazione rapida

Altri link

Ricerca

Cambio lingua

Arrigo Dolcini, professione fotografo

Allegati e links del Contenuto

Links

Contenuto Mostra

28 Aprile 2019 - 30 Giugno 2019

Arrigo Dolcini, professione fotografo

Marina di Ravenna negli anni ‘50

Inaugurazione: 27 aprile 2019

Ente Organizzatore: MAR - Museo d’Arte della città di Ravenna

Ingresso: mostre e collezioni del MAR: intero € 6, ridotto € 5

Orari:
dal martedì al sabato: 9.00-18.00
domenica: 11.00-19.00
la biglietteria chiude un ora prima

Giorni di Chiusura: Lunedì

Sede: MAR - Museo d'Arte della città di Ravenna

 

La mostra propone una selezione di fotografie da una prima e parziale ricognizione del fondo Arrigo Dolcini, acquisito dalla Fototeca dell’Istituzione Biblioteca Classense di Ravenna.
Nato nel 1908, a partire dalla fine degli anni ’40 e fino ai primi anni ’70 Arrigo Dolcini svolge l’attività di fotografo principalmente a Marina di Ravenna, in Romagna, in uno studio che è anche negozio di pellicole: Foto Nettuno. Da lì si muove per fotografare matrimoni, battesimi, compleanni, un pò di cronaca ma soprattutto la spiaggia di Marina di Ravenna, dove le persone amano farsi ritrarre sul bagnasciuga. L’importanza della conservazione di questo materiale sta nella sua connotazione documentaria, che oggi ci appare chiara.
La curatrice, Alessandra Dragoni, fotografa a sua volta, sottolinea l’importanza di questo aspetto, schierandosi dalla parte del fotografo, cercando di comprenderne lo sguardo e il metodo, infine valorizzando quella che è emersa essere la qualità principale di Dolcini, cioè la propensione
all’umano, che si manifesta esplicitamente nel ritratto, sia in studio che all’aperto. Quelle in mostra sono immagini che ci rimandano a classici della fotografia a lui contemporanei o appena precedenti, rivisitati all’occorrenza, in uno stile più ingenuo ma sempre avvincente.
Si sente ancora il sapore della novità della fotografia, nel lavoro di Dolcini, emerge nei ritratti una naturalezza quasi fiera e collaborativa, che lascia sorpresi. Il fondo Dolcini è stato acquisito dalla Biblioteca nel 2007. La consistenza è stimata in circa 25.000 immagini.

Approfondisci »